MANIFESTO DEI PRINCIPI

logo su carta

I principi del progetto Hostaria sono la fonte di ispirazione da cui ha preso le mosse il Festival.

Sono cinque come le dita di una mano, per essere più facili da ricordare e raccontare. Ogni principio esprime un concetto unico, chiaro e nettamente distinto dagli altri. La presentazione è semplice, coerente, uniforme: lunghezza standard, incipit con un verbo all’infinito, esposizione discorsiva. La sequenza segue una logica precisa: al primo posto c’è la spiegazione del nome, che introduce al significato del Festival;

al secondo c’è il legame con il territorio, determinante per definire chiaramente chi siamo; al terzo c’è

il grande ingrediente sensoriale, motore economico dell’evento; al quarto c’è la qualità culturale che costituisce il valore aggiunto, il fattore differenziante del marchio Hostaria; al quinto c’è l’aspetto etico,

di tutti il meno appariscente ma poi di fatto il più autorevole.

 

1.

Avere come riferimento ideale l’antica funzione dell’osteria, che è quella di ospitare in un clima di convivialità.

 

Il nome del Festival si ispira al valore dell’ospitalità nelle sue accezioni più alte. Creare occasioni di incontro sociale per condividere passioni, interessi e divertimento è fra le nostre aspirazioni professionali. La migliore convivialità si esprime in luoghi, come le vecchie osterie, dove non ci sono confini di categorie e dove i ruoli sociali sono parificati dal piacere di stare insieme, al di là di ogni differenza.

 

2.

Valorizzare l’unicità del territorio veronese, privilegiando l’incontro con l’autenticità delle sue tradizioni.

 

La nostra Associazione è impegnata nella valorizzazione della città di Verona e della sua provincia, attraverso l’ideazione e il coordinamento di eventi come Hostaria che favoriscano l’incontro con le espressioni più autentiche del territorio. La motivazione che ci muove è la nostra consapevolezza di vivere e lavorare in un luogo bellissimo, ricco di arte e storia, di bellezze paesaggistiche e di eccellenze enogastronomiche, meta di un turismo internazionale sempre più interessato ad approfondire la conoscenza di questo straordinario Patrimonio Mondiale UNESCO.

 

3.

Promuovere in ogni occasione l’esperienza enogastronomica, in quanto patrimonio economico e culturale del territorio.

 

Nata per sostenere l’organizzazione del Festival del vino e della vendemmia di Verona, l’Associazione Hostaria si occupa della progettazione e della realizzazione di eventi costruiti attorno alla scoperta e all’esperienza del gusto, all’interno di una cornice ambientale ricca di valore e di suggestione. La certificazione della qualità dei prodotti promossi è premessa fondamentale da cui parte ogni nostra iniziativa.

 

4.

Creare intrattenimento e interesse attorno a contenuti culturali significativi e attraenti, pensati per il pubblico più ampio.

 

Accanto alla suggestione del luogo e al clima conviviale dell’evento “popolare”, ciò che rende più significativa e memorabile l’esperienza del gusto è la presenza di stimoli culturali originali. Cerchiamo quindi di portare nel Festival contenuti di qualità, perché siamo convinti che la contaminazione tra piazza e cultura sia un ingrediente fondamentale per attuare una valorizzazione autentica del territorio.

 

5.

Favorire in ogni modo l’inclusione sociale, dedicando cura e attenzione anche alle fragilità e alle diversità.

 

Crediamo che una società evoluta debba essere molto attenta alle persone più fragili, come anche a tutti coloro che per varie ragioni incontrano ostacoli alla propria integrazione. Per questo il Festival Hostaria vuole garantire il più ampio accesso possibile all’evento, senza escludere nessuno. Come Associazione collaboriamo inoltre a progetti che favoriscono l’inclusione sociale e sosteniamo campagne di sensibilizzazione finalizzate alla realizzazione di una società di più aperta e più solidale.

Search Hostaria Verona
Share:
Profiles:
Your browser is out-of-date!

Update your browser to view this website. Update my browser now