IL PALAZZO DEL DIAVOLO

4 aprile 2018 Blog Author: hvradmin

IL PALAZZO DEL DIAVOLO


Sono duemila anni esatti che la città vive attorno a questo enorme edificio, chiamato Arena a partire dal Medioevo. Quando fu costruito poteva accogliere fino a 30.000 spettatori, un numero di gran lunga superiore agli abitanti della Verona romana, il che dimostra che gli spettacoli attraevano gente dai dintorni e anche da città vicine. Con la caduta dell’Impero tutto finì e l’Arena divenne dapprima la fortezza di re Teodorico e poi una cava di pietra per costruire torri, mura e palazzi. Ai danni dell’uomo, si aggiunsero l’incuria del tempo, le piene dell’Adige e i terremoti, che fecero crollare la parte esterna. Con il passare dei secoli si perse la memoria della grandezza e dello splendore dell’Impero e il popolo di Verona finì per ritenere che l’Arena fosse opera del diavolo. Si raccontava infatti la leggenda di un gentiluomo, condannato al taglio della testa, che avrebbe offerto alle autorità cittadine qualsiasi somma pur di aver salva la vita.

La proposta fu accettata e in cambio della libertà l’uomo doveva, nello spazio di una notte, erigere un edificio per gli spettacoli pubblici capace di contenere tutti gli abitanti della città. Il gentiluomo non si scoraggiò ed entrò subito in trattative con il diavolo, al quale offrì la sua anima. Durante quella notte, tuttavia, il gentiluomo si pentì del terribile patto e pregò ardentemente la Madonna di salvargli l’anima. Questa concesse la grazia, facendo sorgere il sole due ore in anticipo e non permettendo ai diavoli di terminare in tempo la costruzione. L’edificio rimase così incompiuto e questa sarebbe la spiegazione dell’ala.

1107

Post a comment

Your email address will not be published.

Search Hostaria Verona
Share:
Profiles:
Your browser is out-of-date!

Update your browser to view this website. Update my browser now